Scopri la città dei Ceri

E’ la città più medioevale dell’Umbria perché in essa palazzi, stradine, ambiente architettonico in generale conservano le caratteristiche tipiche del Medioevo, contribuendo tutte insieme a creare una atmosfera veramente unica.

Il Duomo che conserva le opere dei maggiori artisti eugubini del 500, la magnifica e panoramica Piazza Grande che ospita il Palazzo dei Consoli, simbolo della città, in stile gotico che testimonia l’importanza di Gubbio in epoca medioevale e che ospita le sette “Tavole Eugubine” che costituiscono il documento fondamentale del popolo italico, datate tra il terzo e il secondo secolo A.C. .

La casa di Sant’Ubaldo, antica torre dove abitava il Santo patrono di Gubbio tra il 200 e il 300, la Basilica di Sant’Ubaldo sulla cima del monte Ingino (908 metri sul livello del mare) che ospita le spoglie del Santo e i famosi Ceri, sono tutte componenti fondamentali di una città veramente unica al mondo.

La Festa dei Ceri si svolge a Gubbio il 15 maggio di ogni anno ed è senza dubbio una delle faste più famose al mondo, la più pazza corsa di cittadini eugubini che a spalla portano i ceri fino al monte Ingino. E’ una festa impregnata di una forte emotività in grado di trascinare tutto il pubblico che vi partecipa. I ceri, tre gigantesche strutture di legno di circa 4 quintali ciascuna, sormontate dalle statue di Sant’Ubaldo, San Giorgio e Sant’Antonio, portate a spalla lungo le caratteristiche vie della città fino al monte Ingino, costituiscono una delle manifestazioni religiose popolari più singolari al mondo.

E non è un caso se i Ceri di Gubbio sono stati assunti a stemma del governo regionale dell’Umbria.

Modulo di login
Modulo di registrazione